Thomas Strakosha è senza dubbio uno dei problemi da risolvere nella Lazio. Ma quale sarà il futuro del portiere albanese?

21 gennaio. Sembra essere, a prima vista, una data lanciata a caso. In realtà quel giorno è stata l’ultima volta Thomas strakosha Indossava la maglia da titolare. Da allora l’albanese, che tra l’altro ha ritrovato la sua squadra, è letteralmente sparito.

Era la gara di Coppa Italia contro il Parma, mentre per l’ultima presenza in Serie A devono tornare al 6 gennaio e alla gara casalinga contro la Fiorentina. Poi nient’altro, ma solo tante voci e tante chiacchiere. C’è da dire che l’albanese è stato vittima di un problema alla coscia, ma soprattutto di un infortunio al ginocchio. Un infortunio che ci aveva addirittura fatto pensare a una possibile operazione. Voci che però sono state smentite direttamente dalla società con un comunicato del 5 febbraio, che ha sottolineato come il giocatore fosse costantemente monitorato e il rapporto tra lui e il club fosse di stima e fiducia.

Strakosha, il futuro è lontano da Formello?

Il buon Thomas, però, è rientrato da alcune partite tra le squadre, ma si è sempre seduto in panchina. Ed è per questo che quello di cui si parla adesso, vista la mancanza di posti di lavoro in questa stagione, non può che essere il loro futuro. Anche perché, con un contratto che scade il 30 giugno 2022, Strakosha è davvero a un bivio: ristrutturazione o vendita? Ci sono pochissime prove che suggeriscano un’estensione del contratto, almeno per ora. E alcune sirene dall’esterno hanno già iniziato a suonare. con Germania e Inghilterra in testa.

E tra l’altro è stato lo stesso portiere ad aprire la porta, in un’intervista da tempo a Sky Sport Germania, per aprirsi all’ipotesi Borussia Dortmund: «Stiamo parlando di un grande club, con uno stadio incredibile. Potrebbe essere un grande passo nella mia carriera. Chi non sarebbe interessato a giocare per un club come questo? Anche la Bundesliga è un campionato interessanteE recentemente è stato fatto un cenno anche alla Premier League, con dichiarazioni al custode: «Penso che l’inglese sia il miglior campionato che ci siaParole d’addio? Dobbiamo solo aspettare i prossimi mesi, ma il futuro del portiere sembra ormai lontano da Formello.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY